best html templates

TURISMO

Isole Bijagos


Le isole Bijagos rappresentano una meta di grandissimo interesse, non solo per la varietà e l’abbondanza di specie ittiche, protette dalla morfologia delle coste che rende impossibile la pesca intensiva e professionale, ma anche per la ricchezza dell’ambiente che vi circonda durante la vostra permanenza in questo fantastico paradiso della natura.

Mobirise

La fauna presenta caratteristiche uniche che ne fanno un paradiso della biodiversità.
Qui vivono ippopotami marini che difficilmente si possono incontrare in altre parti del mondo. Queste specie spesso sostano a lungo nelle zone acquitrinose tra le mangrovie durante l’alta marea.  

Nei canali di acqua salata tra le isole e nelle frastagliate zone lungo la costa si possono incontrare i lamantini, grossi mammiferi marini che vivono solo in queste zone o, sebbene si tratti di una specie diversa, in alcune aree dell’America Latina e nel Mar Rosso.

Mobirise
Mobirise

Altri mammiferi che è possibile incontrare sono i delfini delle Bijagos, molto scuri, quasi neri, timidi e riservati.

LA FAUNA

Allontanandosi dalla costa verso l’entroterra si possono anche avvistare gruppi di macachi oppure gazzelle isolate che pascolano nelle radure o corrono nel mato.

Mobirise

Anche la fauna avicola è eccezionalmente ricca. Navigando lungo i canali è facile imbattersi in imponenti pellicani abbarbicati su rami che sembrano a mala pena in grado di reggerli, mentre, avvicinandosi ai banchi di sabbia che costellano quest’area di mare, è probabile vedere uno stormo di fenicotteri rosa alzarsi in un volo spettacolare.

Mobirise

Oltre a questi ci sono aquile, cicogne, cormorani e molti altri uccelli come il tessitore africano i cui esemplari costruiscono deliziosi nidi per le loro spose! 

Mobirise

Un’altra specie molto interessante è l’Airone Golia (Ardea goliath) che può raggiungere i 2 m. di altezza e 140 centimetri dal becco alla coda È un animale solitario che vive nei pressi delle acque, di indole molto timida e cauta, vola lentamente e si ciba di pesci, rettili, piccoli mammiferi, uccelli e simili.

LA VEGETAZIONE

Le isole sono ricoperte di fitta vegetazione e solo in rari casi, sulle isole maggiori, la boscaglia è intervallata da zone coltivate a riso o a caju (anacardi), oppure, in vicinanza dei villaggi, da piccoli orti domestici, costruiti con grandi e fitti steccati di protezione, al solo fine di soddisfare le necessità familiari. Nell’arcipelago delle isole Bijagos qualsiasi tipo di coltivazione è molto difficile a causa della carenza di acqua dolce, in pratica impossibile parlare di agricoltura. 

Mobirise
Mobirise
Mobirise

Tra la vegetazione spiccano per altezza ed imponenza gli alberi di baobab (cabaceira per i locali), di Ceiba pentandra (poilon per i locali), di acacia. Ci sono inoltre centinaia di palmeti, soprattutto sulle rive del mare, dalle cui piante gli indigeni estraggono olio, legname, fibre, ecc. 

LE MANGROVIE

Tutta la fascia costiera bagnata costantemente dalla marea è coperta da mangrovie che offrono uno spettacolo d’impareggiabile suggestione sia per le radici che si protendono verso l’acqua quasi a guisa di artigli umani, sia per le volte ombrose che creano sopra i canali. 

Mobirise
Mobirise

LA GENTE

Ma l’aspetto più interessante delle isole Bijagos è senza dubbio la popolazione che a causa dell’isolamento dovuto alla difficoltà di collegamenti con la terraferma, ha mantenuto un profondo legame ai ritmi della natura e ai riti a essa collegati.
I Bijagos sono d’indole gentile e tranquilla: gli adulti vestono ancora gli abiti tradizionali dai colori sgargianti e spesso tessuti a mano, mentre i giovani si stanno indirizzando verso un abbigliamento più “occidentale”. 

Mobirise

Gli indigeni vivono in capanne costruite con mattoni di fango seccati al sole, i tetti, le cui capriate sono fatte con pali di palma, sono generalmente coperti di paglia che è raccolta tra marzo e aprile ormai secca, mentre i più abbienti possono permettersi coperture di fogli di zinco. Durante la stagione delle piogge, che va da giugno a ottobre, le abitazioni sono sottoposte ad un duro deterioramento a causa sia dell’acqua sia del vento che spesso soffia con violenza. 

Innumerevoli sono le cerimonie che si tengono presso i villaggi per esempio prima della stagione del raccolto, o per la stagione delle piogge o per augurare una pesca proficua o chiedere guarigioni miracolose, ma soprattutto i funerali delle persone anziane (omi grandi) perché in ogni caso hanno fatto parte del Consiglio Degli Anziani, organo tradizionale che amministra la giustizia in prima istanza. 

Mobirise

LE CERIMONIE

Le cerimonie possono essere di carattere privato qualora interessino solo un individuo, o della collettività quando la richiesta è estesa a tutti: è in questo secondo caso che i costumi, le danze, la musica e i canti che accompagnano l’evento raggiungono il loro apice. Nella loro preghiera i Bijagos, che sono perlopiù animisti, si rivolgono a simboli sacri come a un albero o una roccia e chiedono l’aiuto dei morti per aiutarli a soddisfare le proprie richieste. Spesso un anziano (omi grandi in lingua locale) agisce da mediatore nel corso della cerimonia: gli anziani sono portatori di saggezza e verità ed è a loro che tutti si rivolgono per la soluzione di qualsiasi problema. 

Mobirise
Mobirise
Mobirise

IL CARNEVALE

Nell’arcipelago delle Bijagos il Carnevale è festeggiato con grande partecipazione, come per altro in tutta la Guinea Bissau, ed è uno spettacolo di grande interesse che, nell’esibizione dei vari gruppi, ripercorre e richiama le tradizioni e gli usi delle popolazioni locali. 

Mobirise
Mobirise
Mobirise

...questo è solo un accenno...

Contattaci
Isole Bijagos

Chiama

WhatsApp

Sms

Eurita Ltd

© Copyright 2018 Eurita Ltd - All Rights Reserved - Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.